Stampanti, meglio laser o inkjet? Pro e contro

Pubblicato da admin il

Le stampanti moderne non sono più quelle di una volta, quando costavano molto e valevano poco. Oggi è il contrario, il mercato infatti propone modelli ultra tecnologici a prezzi quasi irrisori. Non sarà difficile poter scegliere fra l’ampia gamma di modelli in commercio ad alta risoluzioni, multifunzione, monocromatiche o a colori, compatte o extra large. Per quanto tablet, smartphone e notebook abbiano in parte ridimensionato la necessità della carta digitalizzando di tutto, il valore della stampante resta intatto proprio come lo è il documento cartaceo, la cui essenza non potrà mai essere sostituita, non tanto o, perlomeno, non soltanto per una questione puramente emozionale, ma per il valore intrinseco che passa fra carta e digitale. Allo stesso modo di un e-book messo a confronto con un libro, altra pasta, altro fascino toccare con mano la carta e sentirne l’odore, la consistenza del foglio al tatto.

Detto ciò, è innegabile l’utilità delle stampanti, soprattutto le più evolute e multifunzione in grado di stampare in un batter d’occhi su qualunque supporto e di rendersi utili in ogni momento e per ogni necessità. Quale scegliere, allora? Le stampanti non sono tutti uguali, guai a standardizzarle, ce n’è una varietà molto ampia in circolazione che le classifica in modelli più o meno adatti agli usi più svariati. Per acquisti scontati si consiglia un giro in rete, dove non sarà difficile imbattersi in offerte lancio a prezzi decisamente inferiori a quelli di listino anche per prodotti originali grandi firme. Prima, però, di scegliere, è bene individuare di quale stampante si ha bisogno perché, come dicevamo, sono varie le tipologie presenti sul mercato. Uno dei dilemmi più diffusi è se acquistarestampanti laser o a getto di inchiostro, meglio note come inkjet.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’una o dell’altra? I modelli a getto d’inchiostro costano di meno, questo è il loro primo vantaggio, che però già comporta uno svantaggio, ossia il costo elevato delle cartucce di ricarica che dovranno essere sostituite piuttosto spesso anche in caso di utilizzi mediamente intensivi. Fra i ‘contro’ di questi modelli elenchiamo anche la rumorosità e la lentezza, in compenso sono più compatte e meno ingombranti delle stampanti laser, che hanno dalla loro una notevole rapidità di stampa e il fatto di essere più silenziose. Inoltre il costo a stampa per le laser è minore in quanto i toner, pur essendo costosi, durano di più e consentono volumi di stampa più corposi.