Tipi di amplificatori per chitarra e loro utilizzo

Pubblicato da admin il

Ci sono spesso delle correnti di pensiero molto di settore e quasi in costante lotta tra di loro quando si parla di chitarre e di suoni e in effetti si discute di contrapposizioni quasi nette: per esempio ecco la eterna rivalità tra gli amplificatori per chitarra acustica e un amplificatore per chitarra elettronica; ma in ogni caso, quali sono i tipi di amplificatori per chitarra e loro utilizzo? In che modo di riconoscono?

Gli amplificatori per chitarra sono dispositivi o sistemi elettronici che rafforzano il segnale elettrico basso e forte di una chitarra acustica, di un basso o di un altro strumento in modo che possa produrre un suono udibile attraverso uno o più altoparlanti, che di solito sono alloggiati in una bella cassa di legno. Sono usati per amplificare il suono di strumenti musicali come le chitarre e sono usati regolarmente in scene musicali dove si desidera una rock band o un cantante rumoroso. Gli amplificatori possono essere a stato solido o a transistor di potenza controllati (PIC) o a valvola/tubo. Quelli a stato solido sono molto potenti rispetto all’altro tipo, e sono anche noti per essere silenziosi.

Gli amplificatori per chitarra PIC (circuiti integrati a logica programmabile) sono noti anche come amplificatori digitali programmabili, e sono una versione aggiornata dei vecchi modelli di amplificatori a semiconduttori. Funzionano su valvole a triodo single-ended (SET), che hanno un controllo della tensione d’ingresso di polarizzazione implementato tramite un microprocessore. A differenza di quelli a stato solido, i PIC sono piuttosto rumorosi e quindi necessitano di un qualche tipo di raffreddamento come il raffreddamento a liquido o l’aria condizionata. Possono essere alimentati da un motore AC o DC.

Gli amplificatori a valvole sono un’altra scelta popolare per i chitarristi che sono alla ricerca di forti toni distorti. Gli amplificatori a valvole sono un gruppo di amplificatori elettronici, moduli di elaborazione del segnale e dispositivi ausiliari, che si combinano per fornire il suono distorto della chitarra. Questi tipi di amplificatori funzionano secondo i principi di base dell’elettricità e del magnetismo e quindi sono relativamente a basso costo e ad alta efficienza.

Maggiori info qui sul sito web di approfondimento www.amplificatoriperchitarra.it.